martedì 22 febbraio 2011

QUANT’É GRANDE IL TUO CRISTO?

“Se chiedete qualche cosa nel nome mio, io la farò” (Giovanni 14:14). Noi mostriamo la misura del nostro Cristo da ciò che chiediamo nel Suo nome. Ci viene detto di chiedere ampiamente e di aspettarci grandi cose. Mostriamo la grandezza di Cristo dalla grandezza delle nostre suppliche. Riceviamo poco da Cristo perché chiediamo davvero poco.

Noi limitiamo le nostre suppliche a cose materiali. Certo, dobbiamo rendere noti i nostri bisogni, ma chiedere solo per ricevere cibo o riparo significa diminuire la nostra visione della Sua grandezza.

Il regno di Dio è “gioia, pace nello Spirito Santo!” Serviamo un Cristo trionfante, e noi siamo chiamati a condividere questo trionfo. Hai gioia, pace nello Spirito Santo? Vai al Suo trono per chiedere gioia e pace? Chiedi al Padre “nel nome di Gesù”?

Cristo non ha trionfato per Sé stesso. Egli l’ha compiuto per te e per me, dunque noi ne riceviamo il beneficio. Chiedi di essere più simile a Cristo? Chiedi in fede, nel nome di Gesù, per ottenere il riposo promesso in Ebrei?

Dio sta aspettando e desiderando richieste maggiori. Chiedere “nel nome di Gesù” è un invito a partecipare della grande bontà di Dio, offerto a quanti credono e chiedono largamente. Chiedi oggi di ricevere uno spirito sempre crescente di gioia, anche nei maggiori momenti di prova.

Che ne pensi della folla affamata di 5000 persone nel nuovo Testamento, quando Gesù chiese ai Suoi discepoli cosa avrebbero dovuto fare? In altre parole, mostratemi il vostro piano per cibarle. Cosa si può fare per affrontare questa crisi? Egli provò la loro fede.

Sin dall’inizio, Gesù aveva un piano! Chi, tra tutta quella folla, avrebbe potuto concepire la soluzione di cibarli con cinque pani e due pesci?

Amato, Dio ha un piano prestabilito per ogni situazione della tua vita. Potrai essere in grado di pensare a modi in cui Dio potrebbe risolvere la tua crisi, ma la Parola di Dio ci dice che la mente umana non può concepire le vie di Dio.

Dio non ci dirà qual è il Suo piano. Non ci darà nemmeno un indizio. Egli insiste affinché riponiamo fede nelle Sue promesse, la Sua maestà, i Suoi miracoli passati in nostro favore. La Sua Parola per noi è: Credi! Il tuo Signore ha una via preparata, ed Egli ha la potenza per adempiere il Suo piano. Egli vorrebbe spostare la tenda e mostrarci uno scorcio delle Sue invisibili vie, ma non può farlo.

La fede è dimostrazione di cose che non si vedono. Non ci sarà riposo per noi nelle nostre provi più terribili finché non crederemo pienamente che Egli sia lì pronto a compiere l’impensabile, l’impossibile. La nostra parte è semplicemente quella di confidare che Egli compirà ciò che ha promesso.