mercoledì 9 febbraio 2011

FRANCHEZZA SANTA E AUTORITA' SPIRITUALE

Più tempo passiamo con Gesù, più diveniamo simili a Cristo in purezza, santità ed amore. In cambio, il nostro cammino di purezza produce in noi una grande franchezza per Dio. La Scrittura dice, "L'empio fugge anche se nessuno lo insegue, ma il giusto è sicuro come un leone" (Proverbi 28:1). Questo è proprio il tipo di franchezza che i capi della sinagoga videro in Pietro e Giovanni mentre ministravano (vedi Atti 4:1-2).

Nel capitolo precedente (Atti 3), Pietro e Giovanni pregarono per un uomo zoppo che fu instantaneamente guarito. La guarigione provocò un gran vociferare nel tempio, e nel tentare di fermare i discepoli dal testimoniare la propria fede in Cristo, i capi religiosi li fecero arrestare e li condussero ad un processo pubblico.

Pietro e Giovanni ebbero un incontro con i capi della sinagoga, ma la Bibbia non fornisce molti dettagli su questa scena in Atti 4. Eppure posso assicurarvi che i capi religiosi avevano orchestrato il tutto affinché fosse in pompa magna, una gran cerimonia. Innanzitutto, i dignitari presero posto nelle loro poltrone vellutate; poi, seguirono i parenti del sommo sacerdote. Infine, in un momento di grande attesa, il sommo sacerdote, coi suoi paramenti, fece la sua entrata trionfale. Tutti si inchinarono al passaggio dei sacerdoti, camminando silenziosamente nel corridoio verso il trono del giudizio.

Tuto ciò serviva ad intimidire Pietro e Giovanni, ma i discepoli non erano affatto intimiditi. Erano stati troppo a lungo con Gesù. Immagino Pietro pensare, "Forza, cominciamo questo incontro. Datemi il pulpito e lasciatemi libero. Ho una parola da Dio per questa radunanza. Grazie, Gesù, di permettermi di predicare il Tuo nome a quanti odiano Cristo". Atti 4:8 inizia così: "Allora Pietro, ripieno di Spirito Santo..." e questo mi dice che non avrebbe tenuto una conferenza, non sarebbe stato tranquillo e riservato. Pietro era un uomo posseduto da Gesù, ripieno di Spirito Santo.

I servi di Dio sono certi nella loro identità in Cristo, ed essi sono sicuri nella giustizia di Gesù. Dunque, non hanno nulla da nascondere; possono stare davanti a chiunque, con la coscienza pulita.