lunedì 30 agosto 2010

EGLI CI CHIAMA A COMBATTERE

"Quale re, andando a far guerra contro un altro re, non si siede prima a determinare se può con diecimila affrontare colui che gli viene contro con ventimila? Se no, mentre quello è ancora lontano, gli manda un'ambasciata per trattar la pace. Così, dunque, ognuno di voi che non rinunzia a tutto ciò che ha, non può essere mio discepolo" (Luca 14:31-33).

Enok una volta profetizzò, "Ecco, il Signore è venuto con le sue santi miriadi" (Giuda 14). La Scrittura dice che siamo re e sacerdoti al Signore, e rappresentiamo queste sante miriadi che giungono per combattere contro l'esercito di satana. Satana guerreggia contro di noi perché ci odia grandemente (vedi Apocalisse 12:17).

Dobbiamo essere preparati a ciò che sta per avvenire: dobbiamo essere pronti a spendere i nostri giorni nel combattimento spirituale, coscienti che una fiumana d'iniquità è stata rilasciata contro il popolo di Dio. Se siamo determinati ad afferrare Cristo, dobbiamo renderci conto di essere invincibili in Cristo. È scritto, "Colui che è in voi, è più grande di colui che è nel mondo" (1 Giovanni 4:4). Dio dice che ci viene garantita la vittoria sopra tutta la potenza del nemico e che abbiamo tutto l'esercito celeste a combattere per noi!

Che Dio ci dia più forza di Spirito Santo per combattere, affinché ognuno di noi possa gridare al mondo e a tutte le orde infernali, "Chi ci separerà dall'amore di Cristo? Sarà l'afflizione, o la distretta, o la persecuzione, o la fame, o la nudità, o il pericolo, o la spada? … Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori in virtù di colui che ci ha amati. Infatti io sono persuaso che né morte, né vita né angeli né principati né potenze né cose presenti né cose future, né altezze né profondità, né alcun'altra creatura potrà separarci dall'amore di Dio che è in Gesù Cristo, nostro Signore" (Romani 8:35, 37-39).

Questo è il grido di battaglia di coloro che sono affamati di Gesù.

Ogni uomo o donna di Dio diverrà il bersaglio dei malefici ordigni infernali, quando avviene una consacrazione che porti a diventare un sacrificio vivente per Cristo. Le orde infernali si scateneranno contro colui che dispone il suo cuore a camminare nella santità della fede.

Satana ti affliggerà e ti ostruirà il cammino perché sei divenuto una minaccia reale per i suoi programmi di inganno. Tu puoi abbandonare la guerra, arrenderti, mollare, e divenire uno scialbo girovago infruttuoso.

Quanto a me, io decido di resistere al complotto del diavolo, di alzarmi in fede, e riprendere il combattimento. Satana non può tenere a terra qualcuno che veramente confida nel Signore.