lunedì 29 dicembre 2008

A VOLTE CRESCIAMO SENZA SAPERLO

Alcuni credenti potrebbero raccontarti ogni dettaglio della loro crescita spirituale. E tu noti chiaramente dei cambiamenti nella loro vita. Ti testimoniano di come lo Spirito Santo abbia sconfitto il nemico per loro, e tu gioisci con loro nella loro vittoria.

Tuttavia questo tipo di cristiani rappresenta un’eccezione.

La maggior parte dei credenti invece è completamente inconsapevole di qualsiasi progresso spirituale nella propria vita. Essi pregano, leggono la Bibbia e cercano il Signore con tutto il loro cuore. Non ci sono ostacoli alla loro crescita spirituale.

Eppure essi non riescono a discernere alcuna crescita in loro. Io sono un esempio di questo tipo
di credenti. So di camminare nella giustizia di Cristo, eppure mi sembra di non fare alcun progresso. Infatti, a volte mi butto giù se faccio o dico qualcosa che non somiglia molto a Cristo. Ciò mi fa domandare, “sono cristiano da anni. Ma perché non imparo mai?”

Credo che i cristiani tessalonicesi rimasero sbalorditi quando udirono le affermazioni entusiastiche di Paolo nei loro riguardi (vedi 2 Tessalonicesi 1:3). Avranno probabilmente pensato, “Io, sto crescendo grandemente? Paolo sta scherzando”.

Ma Paolo sapeva che la crescita spirituale è un qualcosa di nascosto e segreto. La Scrittura la paragona alla crescita celata di fiori ed alberi: “Sarò come la rugiada per Israele; egli fiorirà come il giglio e affonderà le sue radici come i cedri del Libano. I suoi rami si estenderanno, la sua bellezza sarà come quella dell’ulivo, la sua fragranza come quella del Libano” (Osea 14:5-6).

Dio ci sta dicendo, “Andate dai gigli! Cercate solo di osservarli crescere. Vi dico che al termine del giorno non avrete visto alcuna sorta di crescita. Ma sappiate questo; Io innaffio il giglio ogni mattina con la rugiada – ed esso crescerà”. Questo vale anche per la crescita spirituale. Essa è impercettibile all’occhio umano!

Quando alcuni vengono salvati, non sembrano lottare contro un qualche peccato fastidioso. Essi testimoniano, “nel momento in cui sono venuto a Gesù, il Signore ha tolto quella tentazione da me. E da allora sono sempre stato libero”. Conosco molti ex-tossicodipendenti che hanno avuto una simile esperienza.

Ma per migliaia di cristiani, è tutta un’altra storia. Anni dopo la loro conversione, una vecchia corruzione si è sciolta in loro – qualcosa che odiavano e non volevano più vedere. Ma per quanto avessero strenuamente lottato, quella bramosia è ancora lì. Alla fine, iniziano a scoraggiarsi. La loro anima grida, “Per quanto, Signore? Questa catena verrà mai spezzata?” E allora il diavolo viene dicendo loro, “Non ce la farai mai. Sai che non potrai mai crescere spiritualmente in questa condizione”.

Fatti animo, amico – ho una buona notizia per te. Tu stai crescendo nel mezzo dell’avversità! In realtà, potresti crescere grandemente proprio a causa della tua difficoltà.

Sii certo – se hai il timore di Dio nel tuo cuore, emergerai dalla tempesta più forte di prima. Vedi, quando ti trovi nella battaglia contro il nemico, tu eserciti e invochi tutta la grazia e la potenza di Dio. E anche se ti senti indebolito, quella grazia e quella potenza ti stanno donando forza. In primo luogo, stai diventando più insistente nella preghiera; e, secondo, vieni spogliato di ogni orgoglio. Quindi, in realtà, la tempesta ti sta mettendo in “guardia spirituale” in ogni area della tua vita!