venerdì 5 dicembre 2008

UN ESEMPIO DEL PROPOSITO DI DIO NEL BOTTINO DI GUERRA

Mentre Davide e il suo esercito erano lontani, gli Amalekiti razziarono il suo villaggio, Ziklag. Questi saccheggiatori presero tutte le donne e i bambini e diedero alle fiamme l'intera cittadina. Quando Davide tornò, "fu grandemente angosciato perché le persone parlavano di lapidarlo...ma Davide si fortificò nell'Eterno, il suo Dio" (1 Samuele 30:6).

Si parla di guerra spirituale! Questo non era un semplice attacco contro Davide, ma un assalto potente contro il proposito eterno di Dio. Ancora una volta, il diavolo cercava la progenie di Dio.

Questo è l'obiettivo di ogni guerra spirituale: il nemico è sempre stato determinato a distruggere la progenie di Cristo. E ciò non è cambiato nemmeno 2000 anni dopo la croce. Satana è ancora là fuori per distruggere la progenie di Dio, e lo fa attaccando noi, progenie di Cristo. Davide si sentì minacciato quando udì quei mormoratori trai suoi uomini, ma lui sapeva che il suo cuore era apposto con Dio, e la Scrittura ci dice che egli si fortificò nel Signore. Immediatamente, quest'uomo di fede si levò alla ricerca degli Amalekiti, e presto li raggiunse, recuperando ogni persona e possedimento che era stato rubato (vedi 1 Samuele 30:19-20). Davide non solo recuperò ciò che era stato preso a Ziklag, ma tutto quello che gli Amalekiti avevano saccheggiato altrove.

Cosa ne fece Davide di tanto bottino di guerra? Lo usò per il mantenimento del proposito di Dio. Inoltre, inviò doni dal bottino agli anziani di Giuda e alle città nelle quali lui e i suoi uomini si erano rifugiati (vedi 1 Samuele 30:26 e 31). Questo è un altro esempio del proposito divino nella nostra guerra spirituale: siamo chiamati a prendere bottini dalla battaglia non solo per noi stessi, ma per il corpo di Cristo. Le risorse che acquisiamo sono destinate a portare benedizione agli altri.

L'esercito siriano assediò la città di Samaria durante una carestia. I siriani si erano solo accampati fuori dalla città, in attesa che i samaritani morissero di stenti. Le condizioni peggiorarono a tal punto nelle mura della città che una testa d'asino era venduta per ottanta sicli d'argento. La situazione era talmente disperata che le donne offrivano i loro figli da far cuocere come cibo. Era puro delirio (vedi 2 Re 6).

Quattro lebbrosi che vivevano fuori dalle mura della città, infine si dissero l'un l'altro, "Perché stiamo seduti qui aspettando di morire? ...Or dunque venite, andiamo a presentarci nell'accampamento dei Siri; se ci lasceranno vivere, vivremo; se ci daranno la morte, moriremo" (2 Re 7:3-4). Così si diressero verso il campo siriano.

Quando giunsero lì, tutto era mortalmente tranquillo. Non si vedeva un'anima; così iniziarono a cercare in tutte le tende, ma erano andati tutti via. La Scrittura spiega: "Il Signore infatti aveva fatto udire all'esercito dei Siri un rumore di carri e un rumore di cavalli, il rumore di un grande esercito, ed essi si erano detti l'un l'altro: "Ecco, il re d'Israele ha assoldato contro di noi i re degli Hittei e i re degli Egiziani per assalirci". Perciò essi, al crepuscolo, si erano levati ed erano fuggiti abbandonando le loro tende, i loro cavalli...l'intero accampamento così com'era; erano così fuggiti per salvare la loro vita" (7:6-7).

Quando i lebbrosi compresero quanto fosse accaduto, andarono in giro per il campo mangiando e bevendo, poi tornarono in città gridando, "Venite con noi, non ci crederete, ma i siriani hanno abbandonato il loro campo" (vedi 7:10). Il Signore capovolse la situazione: Egli prese il bottino di guerra e lo usò per ristorare e rinvigorire il Suo popolo, conservando la Sua causa sulla terra.

Hai chiaro il quadro della situazione? Stai iniziando a capire il motivo delle tue attuali battaglie? A coloro che ripongono la propria fiducia nel Signore è stata promessa una vittoria gloriosa sopra tutta la potenza del nemico. Dio vuole che tu sappia questo: "Sì, ne uscirai vittorioso, ma ti renderò più che vincitore. Sto operando un proposito maggiore in te per il mio regno. Uscirai da questa battaglia con più bottino di quanto tu possa gestire".