lunedì 3 marzo 2014

OSSA MOLTO SECCHE by Gary Wilkerson

Nella visione di Ezechiele 37, Dio condusse il profeta in una valle piena di ossa secche. “ La mano dell'Eterno fu sopra me, mi portò fuori nello Spirito dell'Eterno e mi depose in mezzo a una valle che era piena di ossa. Quindi mi fece passare vicino ad esse, tutt'intorno; ed ecco, erano in grandissima quantità…ed…erano molto secche” (Ezechiele 37:1-2). Che scena orribile – una vasta distesa di scheletri disposti fino a dove Ezechiele riusciva a vedere.

Forse Ezechiele si sarà chiesto, “Dio, tutto ciò che riesco a vedere davanti a me sono difficoltà. Perché mi stai portando in questa valle oscura?” Perché nella valle delle ossa secche non esiste altra fonte di vita. Non possiamo respirare da soli, non abbiamo potere né forza. La valle della morte ci porta in un luogo di totale dipendenza. Il duemila-tredici fu uno degli anni più duri della mia vita – eppure, guardando indietro, ringrazio Dio per ogni suo momento. In mezzo a tutte le ossa secche della mia vita, vedo che Dio ha orchestrato un luogo in cui la mia vita finisce e la Sua inizia.

La valle delle ossa secche nella visione di Ezechiele ci rivela due cose:

Innanzitutto, essa rappresenta la condizione del popolo di Dio. Io amo la Chiesa di Cristo; non potrò mai studiare abbastanza di essa o pregare abbastanza per essa. È il maggiore vaso di Dio sulla terra per esprimere la Sua natura e mostrare la Sua potenza. Ma ho anche un peso perché oggi molte chiese sono piene di ossa secche. Non si tratta di una critica, ma di una realtà. Come cristiani, possiamo inaridirci prima ancora di saperlo. Gesù la mette in questo modo, “Ma io ho questo contro di te: che hai lasciato il tuo primo amore” (Apocalisse 2:4). Possiamo metterci in movimento eppure non avere alcuna vita in noi.

La seconda cosa che vedo rivelata nella visione di Ezechiele delle ossa secche è la nostra cultura. Una volta eravamo una nazione che onorava Dio. Il settanta percento degli americani una volta professava Cristo e frequentava la chiesa. Le statistiche più recenti mostrano che ora il numero sfiora a malapena l’otto percento. Stiamo vivendo in tenebre spirituali – risediamo in una valle di ossa secche!

Come potrà mai una chiesa di ossa secche – una chiesa priva di vita, di preghiera, tiepida – parlare a una cultura di ossa secche? Non potrà succedere se i nostri spiriti non vengono prima risvegliati, ravvivati dallo Spirito Santo.